Open day al Lago di Caldonazzo insieme ad Arché

Rivista: 08 - 2016
Autori: Giulio Thiella

Una bella esperienza di sport accessibile


Open day al Lago di Caldonazzo insieme ad Arché

Una bella esperienza di sport accessibile

L’11 giugno si è tenuto l’Open day delle attività acquatiche sul Lago di Caldonazzo promosso dalla Cooperativa sociale Arché.

L’iniziativa è stata organizzata per consentire a tutti di cimentarsi in uno degli sport estivi che ogni anno vengono proposti presso il Centro Nautico ASD Ekon sulla spiaggia di San Cristoforo, con l’ausilio degli operatori della cooperativa.

Per capire meglio come si è svolta questa giornata all’insegna dello sport per tutti, abbiamo chiesto ad un partecipante di raccontarci la sua esperienza.

Ciao Massimiliano, parlaci di te e di questa giornata sul lago di Caldonazzo

Massimiliano: “Mi chiamo Massimiliano Zocca, ho 24 anni e sono consigliere dell’Unione Ciechi e Ipovedenti della sezione di Verona, sono venuto in Trentino il giorno dell’Open Day quasi per caso. Abbiamo ricevuto l’invito a partecipare e quando un’altra socia della sezione di Verona mi ha detto che sarebbe andata a fare questa esperienza, ho deciso di aggregarmi. Io sono ipovedente grave, e non avevo mai avuto occasione di praticare gli sport promossi durante l’Open day.”

Arché quel giorno ha proposto diverse attività, tra cui la vela accessibile, il sup surfing, il canottaggio e l’handbike, tu in quali ti sei cimentato?

Massimiliano: “Ho provato la canoa e la barca a vela, le ho trovate entrambe delle esperienze molto positive, in particolare la canoa mi è piaciuta molto come attività. Un’esperienza tranquilla, senza difficoltà né ostacoli. È stata proprio una bella giornata anche se durante la mattinata c’è stata un po’ di pioggia, che ha lasciato però posto al bel tempo durante il pomeriggio e che mi ha permesso di godermi le prove sul lago.

Sembra che tu abbia gradito l’esperienza, la rifaresti volentieri e consiglieresti ad altre persone di intraprenderla?

Massimiliano: “Sì mi è piaciuto molto svolgere queste attività che ripeto, non avevo mai avuto provato prima, per questo se ne avrò occasione mi piacerebbe riprovarle e sicuramente la consiglio a tutti come esperienza.

Tratto da “SestoSenso” periodico d’informazione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus – Sezione Provinciale di Trento