I martedi di agosto al Parco Langer

Data: 01/10/2018
Rivista: 10 - 2018
Autori: Miranda Minella
Miranda Minella

“In una società dove tutto è diventato merce, occorre la riabilitazione del gratuito, di ciò che si può usare ma non comprare”, Alexander Langer.

Anche quest’anno si è rinnovato l’appuntamento “Aspettando le stelle al Parco Langer”, un’iniziativa promossa dalla Circoscrizione Oltrefersina e dal Comitato Associazioni Oltrefersina. L'evento si è svolto per tutti i martedì di agosto (7/14/21/28) presso il Parco Langer, dalle 18.00 alle 22.00. Quattro serate in buona compagnia e all’insegna della musica, del teatro e di tanti giochi. Spettacoli sui trampoli, laboratori creativi, letture di favole ma anche ginnastica dolce e laboratori di pittura. "Il mondo delle politiche sociali mi ha sempre affascinato: capire l'altro, il confronto, le gioie, la spontaneità ... si tratta di un mondo composito che può dare tante soddisfazioni", commenta Franco Menapace, Consigliere circoscrizionale oltrefersina, presente all'inaugurazione dell'evento. La condivisione e la convivialità sono state infatti le parole d'ordine. I partecipanti sono stati invitati a contribuire concretamente all'evento, portando idee, giochi, storie e … anche qualcosa da mangiare! Dopo i laboratori infatti sono stati allestiti dei tavoli imbanditi con viveri vari.
Molti i genitori entusiasti: “Ho saputo dell’evento da un’amica. L’iniziativa è bellissima per la socializzazione del quartiere. A casa non abbiamo il giardino e per noi il parco rimane un riferimento”.
Questi momenti sono sempre speciali ma richiedono una preparazione e un impegno non indifferente. 
Alessandro Giovannini, anche lui Consigliere circoscrizionale, commenta: “Quest’anno l’evento è più coordinato. Le associazioni sono preziose, noi come circoscrizione facciamo da collante”. 
Lo scopo è anche riuscire a portare allegria, far sì che bambini, giovani, adulti e anziani passino insieme serate spensierate.
Miledi, Presidente del Comitato Associazioni Oltrefersina, commenta così l'esito dell'evento: “Per me è il primo anno al parco, oltre che la prima esperienza di organizzazione per un evento così grande. Sono state 4 giornate molto impegnative ma mi hanno dato molta soddisfazione. Abbiamo visto parecchie realtà che ruotano intorno al territorio circoscrizionale ed extra circoscrizionale”.