Cerimonia collocazione targa in memoria di Giuseppe Melchionna

Data: 01/02/2017
Rivista: 02 - 2017
Autori: Martina Dei Cas
Martina Dei Cas

 

Si è svolta il 15 dicembre 2016 alla presenza dell’Assessore comunale alle attività sociali Maria Chiara Franzoia e della Presidente della Circoscrizione Oltrefersina – Mattarello Simonetta Dellantonio la cerimonia di scopertura della targa affissa alla Palazzina ITEA di via Gramsci n° 50 in ricordo del nostro storico Presidente e fondatore Giuseppe Melchionna, scomparso lo scorso 29 settembre e da sempre attivo per migliorare le condizioni delle persone con disabilità motorie. Nei primi anni 2000 Melchionna aveva infatti promosso, proprio in questa Palazzina, la costruzione di quattro appartamenti domotici dove le persone disabili potessero ritrovare la propria autonomia e quotidianità in condizioni di sicurezza e stabilità, inaugurati nel 2004.

Presenti all’evento, oltre a tanti amici commossi e ai ragazzi ed educatori del Centro Anffas di via Gramsci, anche i Presidenti dei maggiori enti associativi della Clarina, in un bel mosaico di servizi alla persona e al territorio all’insegna della coesione e della solidarietà: Massimo Ocello, Presidente della Cooperativa Fai, il direttore generale di Anffas Trento Massimiliano Deflorian, la Presidente della Cooperativa Sad Daniela Bottura e il direttore Diego Agostini, il direttore della Cooperativa La Rete Mauro Tommasini, la Presidente di Handicrea Graziella Anesi, il Presidente onorario dell’Associazione provinciale per i minori Paolo Cavagnoli.

ITEA, co-promotrice dell’iniziativa assieme a PRODIGIO Onlus, era invece rappresentata dal proprio Consigliere d’amministrazione Fabio Margoni.

Durante la cerimonia, l’artista Maurizio Menestrina, ideatore della fortunata iniziativa del “pesce grazie” per la sensibilizzazione ai temi della disabilità, ha consegnato al Presidente dell’Associazione PRODIGIO Matteo Salvati un ritratto di Giuseppe Melchionna da lui realizzato, auspicando che l’attività dell’associazione prosegua e prosperi nel solco tracciato in questi 17 anni dal suo fondatore.