Alla riscoperta dei 5 sensi

Data: 01/10/2017
Rivista: 10 - 2017
Autori: Samuel Daldin
Samuel Daldin

Un'estate ricca di attività coi bambini dle quartiere animata grazie al Servizio Civile

“Alla riscoperta dei 5 sensi” è il titolo del progetto proposto dall’Associazione PRODIGIO per i più piccoli con lo scopo di sensibilizzarli alle tematiche della diversità e dell'inclusione sociale, attraverso questo percorso i bambini hanno la possibilità di divertirsi imparando.
I laboratori sono stati presentati presso il parco della Clarina durante le mattine del mese di agosto, 2 volte a settimana per un totale di 5 incontri, uno per ogni senso, dove il bambino aveva modo di giocare ed imparare in base al tema proposto.
Il primo senso a fare la sua comparsa fu il tatto, usando le mani come pennelli per colorare un grande cartellone e lasciare così una propria impronta colorata, seguito subito dal gusto, assaggiando dolce, amaro, salato e aspro con un cucchiaino per poi attaccare un tappino colorato, a seconda del gusto, sulle papille gustative corrispondenti di una lingua gigante disegnata. L’olfatto, tramite il naso si annusavano alcune delle spezie più conosciute che troviamo nelle cucine di tutti i giorni, per poi attaccarle su un foglio chiamato tavola olfattiva, ed avere così, una raccolta dettagliata di tutti gli odori e profumi.
Con il riciclaggio di bottiglie, riso, bicchieri e tappi si costruirono piccoli strumenti musicali come nacchere, maracas e tamburi per dare vita ad una piccola orchestra e risvegliare così l’udito. L’ultima senso fu la vista, usando i colori primari, rosso, giallo e blu, componendo tanti colori secondari e abbellendo, con il riso colorato, un cartellone in stile bricolage.
Ci fu un ultimo incontro finale, anche in compagnia di Anffas, per salutare tutti i partecipanti alle attività, regalare un pescegrazie,  e promuovere l’iniziativa del book-crossing regalando un libricino a ciascuno.